• Mostra 2018

    Susanne Jung (DE), Apparentemente reale

  • Luogo

    Kirch­ge­mein­de­haus, Sala camino

  • Visite guidate

    Giovedì e sabato alle 14.00

Apparentemente reale

Ciascuna delle opere qui mostrate è composta da diversi elementi pittorici. Anche il prodotto finale avrebbe potuto essere fotografato in questo modo. Quindi l'immagine sembra reale.

I singoli componenti dell'immagine vengono elaborati individualmente. Rilascio oggetti, aggiusto le prospettive e aggiungo ombre in modo che risulti un lavoro complessivo coerente. Tale elaborazione a volte richiede diversi giorni o addirittura settimane. Nascono così opere che raccontano intere storie se vieni coinvolto.

Ogni foto porta la mia firma personale, che è causata, tra le altre cose, dalla colorazione speciale. Mi lascio ispirare da film, esperienze, pensieri o sogni e cerco di realizzarli fotograficamente. Le possibilità digitali oggi disponibili consentono solo questa creatività.

Susanne Jung (DE)

1960 nato a St. Wendel / Germania.

A metà degli anni '90 ho iniziato a lavorare più intensamente con la fotografia. Da quel momento in poi ho passato innumerevoli ore in camera oscura. All'inizio, non riuscivo affatto ad abituarmi all'elaborazione delle immagini digitali. Così è successo che ho preso una pausa per alcuni anni. Ma una volta infettato dal virus della fotografia, non puoi mai sbarazzartene completamente. Mi ha catturato di nuovo nel 2011.

Ho subito riconosciuto i vantaggi dell'elaborazione digitale. All'improvviso mi sono trovato in grado di creare foto esattamente secondo le mie idee. Con il mio compositing ora era possibile per me visualizzare i miei pensieri.

Anche la finitura delle immagini create in questo modo è molto importante per me. Le mie foto sono piuttosto ruvide e irregolari. Preferisco lavorare con colori tenui e più scuri, che potrebbero far sembrare le immagini un po 'più pesanti. Potresti anche dire "Faccio foto in tonalità minore". Penso che una foto debba attrarre emotivamente, toccare l'anima.

Anche la carta gioca un ruolo cruciale per me. Stampa solo su supporti fineart. La sensazione e la consistenza di queste carte mi ispirano ancora e ancora.

Nel 2016 ho ricevuto il titolo MFIAP (Maitre FIAP) per la mia collezione Steampunk. Questo è il più alto riconoscimento che l'associazione mondiale di fotografia FIAP (Fédération Internationale de l'Art Photographique) deve conferire.

www.jft-creative.de