Passione per la "fotografia storica"

Darkroom wagon_1870

La ricostruzione di un'auto della camera oscura intorno al 1870 verrà utilizzata per la prima volta a Photo Münsingen 2016 come parte dei workshop sui pannelli bagnati.

Peter Michels e Nadine Reding condividono la passione per la fotografia storica. I due si sono conosciuti durante una discussione su un portale di social media. Dopo un intenso scambio, hanno iniziato a intensificare la loro cooperazione.

La passione artistica di Peter Michel sta nel fare fotografie usando tecniche storiche. Ha scritto un libro di testo sulla tecnologia delle lastre bagnate; 'The Collodium' è ora diventato il lavoro standard in tedesco. Michels si muove appassionatamente su ogni palcoscenico fotografico, sia digitale che analogico, sia come artista che come curatore. Peter Michels ha fondato la nel 2005 Fotokultur GmbH a Wald (ZH), nel 2015 è stata aggiunta la casa editrice Fotokultur Medien di Tuttlingen (DE). Lavora per clienti istituzionali come musei e aziende private.

Nadine Reding è stata l'ultima fotoritoccatrice a completare il suo apprendistato in Svizzera e ha studiato il restauro e la conservazione delle fotografie. Ha continuato i suoi studi presso la George Eastman House di Rochester e Vienna. Lavora nel suo studio da oltre 10 anni messa a fuoco per il restauro fotografico a Berna. Lavora per il Musée de l'Elysée, vari archivi di stato, l'archivio di immagini dell'ETH di Zurigo e molti altri.

A Photo Münsingen, i due condividono una tenda sulla Schlossplatz. Naturalmente puoi imparare la tecnica della lastra bagnata nei laboratori di Peter Michels o farti ritrarre. Nadine Reding mostra fotografie storiche della sua collezione ed è felice di dare consigli sulle sue preziose foto di famiglia, su come conservarle in modo che anche le generazioni future possano goderne.

Un'altra attrazione speciale sono i film Washi: alcuni anni fa un giovane francese ha avuto l'idea di realizzare un film su carta. Dopo alcuni esperimenti, ha fatto la sua svolta sulla carta giapponese Washi ed è nato un nuovo prodotto creativo. Se hai una fotocamera di medio formato, puoi prendere una pellicola di carta Washi nella tenda, provarla e poi svilupparla tu stesso sotto supervisione la sera.

0 Comments

Lascia un commento

Partecipa alla discussione?
Lasciaci il tuo commento!

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * evidenziato.

Questo sito Web utilizza Akismet per ridurre lo spam. Ulteriori informazioni su come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.